Eccovi un’ analisi dettagliata della nuova compilation!

Buona lettura e… buon ascolto!

Non so perché ma a me i TTC piacciono più in versione strumentale!

Con quelle basi modernissime e incredibilmente groovy sono uno spettacolo!

Dei mstrkrft adoro in special modo questa traccia, ma anche le altre che stanno nel disco d’esordio non sono affatto male!

I bugz in the attic ormai sono una garanzia. Sempre da: “back in the doghouse” un’ altra perla: la cover di un pezzone r&b dei primi anni ottanta. Il trattamento di restyling sonoro effettuato dai bugz attualizza la traccia, che sembra proprio l’ abbiano scritta loro!

I quadrant six invece, sono un oscuro gruppo electro-funk, la cui traccia farà sicuramente felici molti appassionati del genere.

Conosco “vienna calling” grazie al video che avevo visto una decina d’ anni fa su magic tv in un programma sugli anni ottanta, e ogni volta che l’ ascolto non posso fare a meno di muove il piede a tempo e dimenarmi come un ossesso!

Falco é uno da culto assoluto!


Arriviamo ai Prodigy e a questo bel remix che ad opera di subfocus. L’originale della band dell’ Essex é di certo migliore, ma questo remix sa ugualmente il fatto suo. Suonatela nel dancefloor e non avrete superstiti!

Bella traccia deep di burial, ha degli hi-hat che suonano “affilati come lame”… sentire per credere!

In flagranti: più o meno 1982 e sicuramente fulltime records eo pulga-ninzatti style proiettati nel duemila!

Al hudson invece è puro funk.

I Don armando’s invece propongono un bel pezzo disco-soul!

Nel remix di “sex machine” invece, james brown viene fatto entrare “di peso” nel mitico studio 54 con un remix che, strano ma vero funziona!

Il pezzo seguente é di Nicolette Larson. E’ una canzone che ad un primo ascolto magari non intriga, difatti io me ne sono innamorato dopo un pò di ascolti. La voce “satin” di Nicolette non é potente, ma ha quel non so che di soul che ci dà quel “di piu” che fa venire la pelle d’oca quando lo ascolti. Solo successivamente ho scoperto che é una cover di Neil young, anche se continuo a preferire la versione della Larson. Sarà forse per quell’ arrangiamento soft-disco?

Restiamo sempre in territorio disco con la Players association, che come sempre sfodera una sezione fiati da paura!

La compilation si conclude infine con Martin denny e la sua “midnight cowboy”. Pezzo bello rilassato, che fa viaggiare con la mente. Ascoltandolo ci ritroviamo sospesi nello spazio, noi e la nostra musica in una sorta di limbo cosmico che vorremmo non finisse mai…
Grazie per questo piccolo gioello zio Martin!!

Tracklist:

1 romo – intro

2 TTC – Dans le club (instrumental)

3 mstrkrft – work on you

4 bugz in the attic – don’t stop the music (yarbrough & peoples cover)

5 quadrant six – body mechanic

6 falco – vienna calling

7 the prodigy – smack my bitch up (subfocus remix)

8 burial – southern comfort

9 romo – skit #1

10 in flagranti – in the silver white box

11 al hudson & the partners – how do you do

12 don armando’s 2nd avenue rhumba band – deputy of love

13 james brown – sex machine (fantastic sex machine mix)

14 nicolette larson – lotta love
15 players association – hustlin’
16 romo – skit #2
17 romo – skit #3 (outro)

enjoy!

http://sharebee.com/7358bf77
cover: http://www.mediafire.com/imgbnc.php/2e94fc69d55a51638d2f0f6b0f2dec3f4g.jpg

Leave a Reply

Your email address will not be published.